Le 10 ragioni per puntare sulla Video Collaboration

Oggi, per stare al passo con le esigenze del nuovo Workplace e dello Smart Working, è prioritario investire maggiormente in infrastrutture e strumenti di Video Collaboration. Infatti, il “posto di lavoro”, come lo concepivamo fino a qualche anno fa, non esiste più: oggi è uno spazio dinamico, aperto e flessibile, distribuito su più sedi; in una parola, fisico e virtuale insieme.
Per questo motivo, deve essere supportato da adeguate e innovative infrastrutture di Video Collaboration, che rendano attuabile questo nuovo contesto lavorativo di flessibilità, promuovendo una interazione più produttiva tra colleghi e partner. Per esempio, allestendo spazi per riunioni video, strumenti di videoconferenza personale e mobile, web suite per la condivisione avanzata di contenuti e informazioni, e così via. Del resto, che la flessibilità sia il volano del Workplace del futuro lo riportano anche alcune stime ICD, secondo cui, entro il 2021, il 60% delle aziende “Global 2000” adotterà quello che IDC definisce “Future Workspace”, ovvero lo spazio di lavoro del futuro, insomma un ambiente fisico e virtuale più flessibile, che contribuirà a migliorare l’esperienza e la produttività del work team.

 

Pluralità di soluzioni di Video Collaboration per ogni business

 

Naturalmente, non tutte le soluzioni di Video Collaboration si adattano a ogni tipologia di business: e quindi è essenziale che l’azienda individui dapprima i propri bisogni chiave, per esempio valutando la strategia di distribuzione e le opzioni disponibili (adottare una soluzione on-prem, public cloud, o ibrido?). O ancora, considerando le opzioni sui dispositivi da integrare in azienda (i device sono interoperabili nell’ambiente attuale, è possibile l’integrazione con i software IT e gli strumenti aziendali?) e infine valutando il livello di user experience (per esempio, quanto risulta semplice e intuitiva l’esperienza dell’utente?), per individuare le soluzioni di Video Collaboration più idonee ed efficaci.

 

Più agilità nel business con la Video Collaboration vuol dire anche più crescita

 

In sostanza, quello che ci si aspetta in un contesto di Video Collaboration aziendale efficiente è che il workteam o i clienti siano in grado di interagire e collaborare tra loro ovunque si trovino, da qualunque dispositivo, con la facilità e la naturalezza offerta da un’esperienza di incontro naturale. Con la più ampia gamma di opzioni di infrastrutture, software, hardware e applicativi di video collaborazione evoluti, oggi è possibile creare una collaborazione efficace con la più ampia interoperabilità tra i vari strumenti e applicativi, attraverso la voce, i video e i contenuti, offrendo al contempo una user experience ottimale su qualsiasi dispositivo.

 

Perché conviene puntare sulla Video Collaboration? Ecco 10 buoni motivi

 

  1. Perché lavorare da remoto è un’esigenza oggi non più procrastinabile: l’ambiente di lavoro dinamico e smart conta nel proprio team persone che non lavorano più solo fisicamente in ufficio, ma sempre più spesso da remoto o in varie sedi dislocate. Per cui è importante garantire una comunicazione a 360 gradi, fatta di voce, dati, video, telepresenza, condivisione in real time, da qualunque parte del mondo.
  2. Perché la Video Collaboration abilita e coinvolge maggiormente il work team di collaboratori, partner, clienti e colleghi da remoto, offrendo la possibilità di vedersi più frequentemente in volto.
  3. Perché contribuisce a ottimizzare i flussi di lavoro aziendali, integrandosi perfettamente e interagendo con il workflow delle normali attività quotidiane, ottimizzando i tempi.
  4. Perché si può instaurare o mantenere un alto livello di empatia con i partecipanti, proprio come se fossimo presenti di persona, per non parlare della possibilità di captare segnali e sensazioni che vanno oltre il tono della voce e che sono fondamentali nei processi di comunicazione.
  5. Perché riduce i tempi di time to market e accelera il processo decisionale: le parti interessate possono immediatamente essere convocate per decisioni in tempi rapidi e per discussioni più produttive, per esempio attraverso l’organizzazione di una video conference last second.
  6. Perché contribuisce alla riduzione dei costi di spostamenti e trasferte dei vari collaboratori della rete aziendale, anche nella stessa città, diminuendo appunto la necessità di essere convocati di persona.
  7. Perché le più evolute tecnologie di video Communication e Collaboration possono garantire da remoto standard di comunicazione eccellenti, anche tra persone connesse dall’altra parte del mondo, con video in alta definizione, audio cristallino senza distorsioni né disturbi di fondo né eco, movimenti fluidi e non “scattosi” e così via, e naturalmente attraverso connessioni di rete altamente performanti.
  8. Perché la comunicazione ad alto rendimento aumenta la produttività e l’efficienza delle conversazioni e riunioni remote. Lo scopo dei tool di Video Collaboration, infatti, è di colmare le distanze con tecnologie che funzionano, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata.
  9. Perché con gli strumenti di Video Collaboration professionali si possono creare connessioni più profonde e significative con clienti e partner, potendo parlare con loro “faccia a faccia” ogni volta che serve.
  10. Perché alle soluzioni video si possono aggiungere condivisione di contenuti e strumenti di collaborazione vocale, a tutto vantaggio di una maggiore produttività ed efficienza aziendale.

 

In conclusione, le tecnologie, le infrastrutture e le piattaforme software hardware di Video Collaboration ci sono: si tratta di attuare un cambio di mindset, che sposi in pieno Smart Working  e Future Workplace, per poi scoprire anche che le soluzioni di Video Collaboration non solo supportano una efficiente e produttiva comunicazione interaziendale e intra aziendale, ma possono anche aprire a nuove opportunità, permettendo per esempio di scoprire nuove modalità di business per soddisfare i clienti e conservare il vantaggio competitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *