Cisco Webex: il tuo ecosistema di collaborazione è davvero completo?

La tua azienda è davvero pronta a supportare il rientro in ufficio e a garantire una totale smart collaboration? L’esigenza principale, oggi, è implementare un ecosistema di collaborazione per abbattere le barriere del distanziamento sociale, favorire le interazioni lavorative anche da remoto e mantenere alta la produttività a costi contenuti; hai mai sentito parlare di Cisco Webex? 

L’emergenza sanitaria ha veramente cambiato il nostro modo di lavorare, impattando profondamente su abitudini e spazi lavorativi. È indispensabile per il benessere dell’organizzazione tutta, investire in innovazione tecnologica e flessibilità nei processi aziendali per tenere l’azienda al passo con i tempi e supportare la mobilità del lavoro senza creare resistenze interne.

Cisco Webex per trasformare l’ufficio in un hybrid collaboration workplace

Trasformare l’ufficio in un hybrid workplace significa dotare l’azienda di tecnologie innovative volte a facilitare la comunicazione e la collaborazione, per dare modo ai lavoratori sia da remoto, sia in sede, di garantire la continuità del business al pieno delle possibilità.

Una ricerca recente condotta da EasyHunters dimostra che la paura di tornare in ufficio, come si era abituati prima della crisi sanitaria, è alta: su oltre 13mila persone più della metà non si sente pronta al rientro. E il 90% dei dipendenti interpellati chiede alle aziende di ripensare l’organizzazione aziendale, gli spazi e l’utilizzo di dispositivi e tecnologie più avanzate per poter lavorare meglio.

In risposta l’azienda deve trasformare il vecchio ufficio in un luogo affidabile, inclusivo e sicuro, idoneo ad una forza lavoro ibrida. Per questo esistono piattaforme come Cisco Webex che favoriscono la smart collaboration in un ecosistema unico e accessibile ovunque, per garantire produttività e benessere lavorativo anche a distanza, in totale sicurezza. 

Hybrid collaboration workplace: l’ufficio del futuro, ormai presente

La trasformazione del workplace in atto richiede, quindi, alle aziende di dare priorità a esperienze di lavoro flessibili, coinvolgenti e inclusive. Le organizzazioni si fanno agili per migliorare collaborazione e produttività, per attrarre talenti ovunque e migliorare così la customer experience.

In questo periodo di grandi cambiamenti, agilità e resilienza nel business sono fondamentali, poiché saranno sempre più legate tra loro, soprattutto nella concezione degli spazi lavorativi.

Sviluppare una resilienza organizzativa con strumenti e software che collegano, proteggono e automatizzano tecnologie e processi in tutta sicurezza, permette infatti di creare un’esperienza di lavoro inclusiva, connettendo team e persone ovunque e dovunque. Questo però mette le aziende di fronte a uno sforzo maggiore di comunicazione e collaborazione, ecco perché è importante lavorare in un’ottica di smart collaboration e ottimizzare processi di Cloud Unified Communication.

 

 

Hybrid workplace: ecosistema di collaborazione per aziende agili

L’hybrid workplace mette di fronte le aziende, e soprattutto i reparti che si occupano di innovare i processi come innovation manager e facility manager, alle problematiche inevitabili di una fluidità del lavoro ancora poco sperimentata. Ci si muove ormai in ambito Ricerca&Sviluppo anche per la propria organizzazione, testando tecnologie che si aggiornano continuamente.

Integrare nuovi supporti tecnologici è difficile in questo periodo di overload informativo-tecnologico; la soluzione è adottare un sistema di collaborazione unico:

  • per evitare spese inutili in tecnologie che potrebbero rimanere inutilizzate; 
  • per evitare di tralasciare elementi importanti nel journey di dipendenti, clienti o fornitori.

L’ufficio moderno è uno smart office ibrido con spazi a disposizione delle persone, tali da alimentare la condivisione e la produttività, la collaborazione e l’interazione, ma anche a garantire una totale sicurezza in termini di acquisizione dati e distanziamento sociale. Nel modern workplace non possono mancare sale riunioni su prenotazione dotate di tecnologie all’avanguardia; oppure huddle room stanze tecnologicamente attrezzate per essere informali, rispettare la privacy e la smart collaboration; e ancora sistemi di Cloud Unified Communication&Collaboration per evitare la frammentazione delle comunicazioni.

Migliorare la collaborazione e la comunicazione nelle sale riunioni con Cisco Webex

Quindi, se la priorità nelle aziende moderne, oltre a ottimizzare la prenotazione di desk e sale aziendali, è quella di avere hybrid workplace che facilitino la collaborazione, la comunicazione e diano la possibilità di affrontare con serenità organizzativa ed economica la digital transformation, devono dotarsi di software di collaborazione completi in grado di non alterare l’infrastruttura esistente, rispettare la sicurezza nella raccolta dati di ospiti e dipendenti e favorire la mobilità del lavoro.

Per esempio, piattaforme come Cisco Webex riescono con una sola suite a trasformare gli uffici in modern workplace. Utilizzando sistemi come questi, organizzare riunioni ibride e mantenere un’ottima web collaboration è veramente semplice. Oltre ad avere a disposizione software per la videoconferenza online all’avanguardia e lavagne interattive per la smart collaboration, l’intelligenza artificiale ha un ruolo fondamentale nell’organizzazione degli spazi e nel mettere a disposizione gli stessi per chi lavora da remoto.

Abbattere le barriere è il vero obiettivo di un ecosistema di collaborazione unificato. Le barriere inevitabili che si creano con il lavoro a distanza, o quelle create dal distanziamento sociale. Eliminare le comunicazioni frammentate, in favore di una smart collaboration a prova di remote expert e non, è il compito delle organizzazioni nel prossimo futuro, ormai diventato presente, per continuare a esistere.


    Cliccando su "Richiedi Informazioni" accetti la privacy policy

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *